La sicurezza del bioetanolo

Il bioetanolo in quanto combustibile estremamente infiammabile richiede una maggiore attenzione sulla sicurezza nel suo uso. E’ un diritto ed un dovere del consumatore chiedere informazioni dettagliate riguardanti la composizione chimica della miscela e soprattutto la tipologia dei denaturanti e degli altri eventuali additivi (es. coloranti) che essa contiene. In alternativa si può direttamente visionare la scheda tecnica della miscela, obbligatoria secondo la legge italiana.

Prima di acquistare il bioetanolo è bene informarsi riguardo alla possibilità di poterlo utilizzare senza problemi nel proprio caminetto a bioetanolo, per le questioni legate alla denaturazione discusse nel post precedente (clicca qui). La conservazione del combustibile richiede un luogo sicuro, al riparo da qualsiasi potenziale causa d’incendio come scintille, fonti di calore e circuiti elettrici.

Si ricorda che nel caso si intendessero stoccare significativi quantitativi di alcool etilico è necessario consultare la sede dei locali Vigili del Fuoco e richiedere un certificato apposito.

Di notevole importanza per la sicurezza durante l’utilizzo è tenere un adeguato ricambio di aria nel locale dove si trovano i biocamini  (esattamente come avviene nel caso di qualsiasi altro prodotto a fiamma libera).

Fonte immagine: www.kofkever.com