Il bioetanolo per un’atmosfera calda e accogliente

Il bioetanolo è il combustibile denaturato sicuro per biocamini. I camini a bioetanolo sono la soluzione per tutti coloro che non possono realizzare una canna fumaria o che non hanno lo spazio sufficiente per un camino tradizionale a legna ma che non vogliono rinunciare al fascino di un'atmosfera calda ed accogliente che solo un camino è in grado di creare. I camini a bioetanolo sono facili da montare, non hanno bisogno di nessun allacciamento all'impianto del gas o alla rete elettrica, e possono così essere posizionati in ogni stanza della casa come un qualsiasi mobile.

Proprio per l’assenza di fumi da espellere all’esterno, il calore prodotto rimane del tutto all’interno della casa per cui un ambiente non troppo grande, con una superficie tra i quaranta ed i cinquanta metri quadrati, può essere riscaldata in modo efficiente entro breve tempo, con un incremento di circa dieci gradi centigradi ogni ora.
Numerosi sono poi i vantaggi dal punto di vista estetico offerti dal camino a bioetanolo. I camini disponibili in commercio presentano, infatti forme, dimensioni e colori diversi, adatti a qualsiasi esigenza d’arredo: a stufa, a parete o dalla classica forma di camino fino ad arrivare a veri e propri esempi di design per chi deve arredare ambienti dallo stile esclusivo. Il meccanismo che mette in funzione i caminetti a bioetanolo è molto semplice. Innanzitutto, la loro alimentazione è costituita da una fonte completamente ecologica e rinnovabile come il bioetanolo, non creando scintille e non emettendo fumi.

Anche la struttura del camino presenta delle caratteristiche funzionali ben precise. Non è necessaria la presenza della canna fumaria in quanto non vengono prodotti fumi da espellere nell’ambiente esterno. Questo fa sì anche che il calore non venga disperso in alcun modo e rimanga all’interno delle stanze.

Il cuore del camino a bioetanolo è però senza dubbio costituito dal serbatoio in cui è contenuto il bioetanolo. Il serbatoio a sua volta contiene una pietra porosa che, fissata alla parete attraverso una guarnizione, attinge al combustibile. Quest’ultimo, proprio grazie alla natura porosa della pietra, viene da essa assorbito per poi essere rilasciato nell’ambiente sotto forma di vapori i quali, mescolandosi all’aria, vengono poi bruciati completamente. Per la sua struttura, inoltre, il camino a bioetanolo è anche molto sicuro, in quanto la pietra all’interno del serbatoio separa tra di loro la fiamma ed il combustibile impedendone il contatto diretto.

Altro ideale impiego di queste stufe al bioetanolo possiamo trovarlo nei locali pubblici. Il bioetanolo è un prodotto ad emissioni zero che, pur costando un po’ più del gas, ha una resa nettamente maggiore, permettendo di abbattere in fretta il delta termico, ad un prezzo migliore rispetto ai tradizionali e diffusi funghi a gas. I camini a bioetanolo non inquinano e sono ottimi sostituti dei funghi a Gas, attualmente vietati dal Parlamento Europeo a causa della loro eccessiva produzione di C02.

Fonte immagine: crocispa.it